En poursuivant votre navigation, vous acceptez l'utilisation de cookies destinés à améliorer la performance de ce site et à vous proposer des services personnalisés. En savoir +

X

Analisi e controllo

Garantire la sicurezza delle persone e dei materiali identificando anche delle fonti di risparmio sono due questioni importanti delle società del Gruppo Chauvin Arnoux.

Al fine di mettere a fuoco questi obiettivi, sono state definite numerose operazioni di diagnostica e di controllo con particolare riguardo alle apparecchiature e agli impianti.

Obiettivi

Queste operazioni hanno l’obiettivo di stabilire:

  • la conformità alla regolamentazione vigente, fermo restando che riveste un carattere obbligatorio.
  • una stima delle prestazioni secondo una procedura normalizzata; in questo caso, i valori di soglia non sono necessariamente stabiliti.

Le operazioni di diagnostica e di controllo sono realizzate da organismi che siano indipendenti dal costruttore e dal cliente muniti di abilitazioni specifiche.
Ogni paese stabilisce le regolamentazioni e ne esige il controllo. Inoltre esistono delle procedure indipendenti e volontarie per diagnosticare le prestazioni o la sicurezza di un dispositivo.
Le operazioni di diagnostica e di controllo si avvalgono generalmente di questi due tipi di analisi: il l’ispezione visiva e i test. I test comportano necessariamente misurazioni.

Chauvin Arnoux propone un’offerta di strumenti per le seguenti verifiche:

  • La sicurezza elettrica delle installazioni elettriche
  • La sicurezza elettrica delle macchine e dei quadri
  • Il controllo delle installazioni elettriche mediante la termografia
  • Il controllo dell’ambiente di lavoro
  • La diagnostica termica
  • La diagnostica energetica

La sicurezza elettrica delle installazioni elettriche

La Sicurezza elettrica delle installazioni elettriche dei settori residenziale , industriale e terziario, riveste un carattere importante per garantire l’incolumità delle persone presenti e dei siti in cui operano. Con la conclusione dei lavori, durante la ristrutturazione o periodicamente, questi controlli permettono di verificare:

  • La continuità elettrica del conduttore di protezione delle masse metalliche
  • Il corretto dimensionamento e funzionamento dei sistemi di protezione
  • L’efficacia del sistema di messa a terra
  • La qualità degli isolamenti elettrici

La norma internazionale EN 60364 è una delle norme tecniche che definiscono le regole per la progettazione e la costruzione d’un impianto elettrico a bassa tensione nonché le verifiche che permettono di effettuare la dichiarazione di conformità.

I controllori delle installazioni elettriche bifunzione o multifunzione permettono di effettuare le operazioni di prova previste in numerose norme internazionali e nazionali (citiamo per esempio la NFC 15-100 in Francia, la BS7671 nel Regno Unito, la VDE 100 in Germania, la CEI 64-8 in Italia).

La sicurezza elettrica delle macchine e dei quadri

Cosi come le installazioni elettriche anche le macchine e i quadri sono sottoposti a regolamentazioni volte a garantirne la sicurezza durante l’uso. Queste norme stabiliscono in particolare le prove di tipo le prove di messa in opera (primo utilizzo) e i controlli periodici da effettuare.

In particolare, i test previsti dalle norme Europee EN 60204 e EN 61439 sono realizzabili con i controllori di macchine e quadri di Chauvin Arnoux.

Il controllo delle installazioni elettriche mediante la termografia

Ai controlli elettrici di un’installazione o di una macchina può aggiungersi un’ispezione mediante la termografia.  L’obiettivo dell’ispezione consiste nel fornire elementi decisionali volti all’intervento correttivo e/o preventivo idoneo su installazioni e apparecchiature elettriche per evitare, ad esempio, un degrado dei materiali, un rischio d’incendio o un arresto di produzione.

L’operatore deve disporre di una termocamera verificata annualmente, munita di risoluzioni spaziali e termiche sufficienti (per esempio: C.A 1886 e C.A 1888).

Il controllo dell’ambiente di lavoro

Il datore di lavoro è tenuto a stimare i rischi cui sono esposti i dipendenti nel loro ambiente professionale e a prendere tutti i provvedimenti necessari per ridurli o eliminarli. Per quanto riguarda i rischi fisici, si adottano provvedimenti protettivi più o meno rigorosi a seconda dei paesi, riguardanti il livello di qualità dell’aria, l’illuminazione, l’esposizione alla rumorosità e ai campi elettromagnetici.
In materia d’illuminazione, il livello di luminosità va adattato alla natura e alla precisione dei lavori da eseguire: può variare da 200 lux per gli uffici fino a 800 lux per determinate mansioni in laboratorio.

Per quanto riguarda l’esposizione alla rumorosità, i livelli massimi sono fissati nella direttiva europea 2003/10/CE. Più recentemente: direttiva europea 2013/35/UE del 26 giugno 2013 concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai campi elettromagnetici; la trasposizione della direttiva a cura degli stati membri va effettuata entro luglio 2016.

LuxmetriSonometriMisuratori di campi elettromagnetici ma anche termometri di contatto e senza contatto sono altrettanti strumenti di misura che permettono di effettuare questi controlli.

La diagnostica termica

Ottimizzare la prestazione verificare l’efficienza energetica degli edifici, le termocamere  a infrarossi sono strumenti efficaci che permettono di individuare i difetti d’isolamento termico, le infiltrazioni d’aria, i ponti termici. Fra le numerose applicazioni della termografia, si annovera la verifica della permeabilità all’aria.
  
Le termocamereC.A 1877, C.A 1878, C.A 1882, C.A 1886, C.A 1888 sono strumenti di misura che permettono di effettuare questi controlli.

La diagnostica energetica

Conoscere i consumi ha un ruolo importante per la diagnosi energetica. L’utilizzo di registratori o analizzatori di potenze e d’energie, collocati sui vari montanti elettrici a valle del contatore, permette con semplicità e senza interruzione di alcun servizio di dimensionare il peso di ogni linea sul consumo globale, di impostare un profilo di carico dell’impianto e determinare così le priorità su cui intervenire.

Per completare questi primi rilevamenti, una serie completa di registratori permette di misurare e registrare automaticamente l’andamento nel tempo di tensioni, correnti, temperature e segnali di processo. L’analisi di queste misure complementari fornisce importanti informazioni per comprendere i profili di consumo e verificare l’efficacia delle modifiche di volta in volta effettuate al fine di ottimizzare l’efficacia energetica.

Anche la misura delle grandezze fisiche (temperatura, portata d’aria, pressione, luce) contribuisce a stabilire un adeguato bilancio energetico.


Il software DataView è disponibile con diversi prodotti di Chauvin Arnoux e permette di elaborare report dettagliati delle misure. Ci sono per esempio i controllori d’installazioni elettriche, i controllori d’isolamento, i controllori di terra, gli analizzatori della qualità della rete e d’energia, i registratori di potenza e d’energia.